La nostra prima recita e altre malinconie

Quando abbiamo deciso di mandarti alla scuola materna a settembre, ero convinta, ma anche tanto triste. Tu non avevi ancora tre anni, ma poco piú di due e mezzo. Eri il piú piccolo di tutti, per fortuna non abbiamo avuto bisogno del nido e quindi, è stata una nostra prima volta, un altro piccolo passo che da me ti portava al mondo. Ho pianto tanto, ma ero contenta perché ti saresti divertito in mezzo ad altri bimbi. Avresti imparato un sacco di cose nuove.
Sai Mattia, la mamma da quando siete arrivati tu e Amalia vive in bilico tra gioia e nostalgia: Gioisco per ogni passo avanti che fate, per ogni vostra conquista e nello stesso tempo mi manca giá quell’attimo che mai più tornerá. È stato cosi per ogni gravidanza, è stato cosi per il nostro primo abbraccio, è stato cosi per le nostre prime volte ed è cosi ancora oggi e credo, per me, lo Sará sempre.
Mi manca giá sentirti chiamare mille volte mamma, mi manca giá fare la doccia con quattro occhi che mi guardano, mi manca giá inciamparmi nelle macchinine, mi manca giá andare in giro con te per mano e tua sorella in fascia. Mi manca giá la tua prima recita, quella che hai fatto ieri, che non Sará mai uguale alle altre perché questa è stata la nostra prima.

Ero triste a mandarti all’asilo, ma ora che sono passati tre mesi, posso dirti che siamo stati fortunati. Abbiamo trovato un bel posto, tanti amichetti e delle maestre splendide. Vederti ieri è stata una delle emozioni piú belle che abbia mai provato. Perché per la prima volta sei stato tu a fare qualcosa per me, senza che io ti aiutassi a farla. Quando mi cercavi in mezzo alla gente e quando poi ci siamo trovati con lo sguardo, il sorriso che mi ha regalato, niente e nessuno me lo toglierá dal cuore. Sono stata con le lacrime agli occhi prima ancora che tu entrassi in scena.
Questo per noi è un periodo non troppo facile e presto per me arriverà il piú duro: Dovrò tornare in ufficio, rientrare nella routine degli adulti che a te si è anticipata con la routine della scuola. Non so come farò ad affrontare questo momento, mi fa davvero molto male, anche perché tolgo a voi del tempo per dedicarlo a qualcosa che proprio non mi piace. Passerá anche questa, il mio amore per te e tua sorella mi dará la giusta prospettiva, devo solo trovarla.


Per ora amore mio, ti dico GRAZiE per il dono che mi hai fatto ieri: Sei stata l’alga piú straordinaria che io abbia mai visto.
Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto