La vita di una mamma: una serie di prime volte

Essere mamma é vivere di prime volte, una dietro l’altra. Non importa il numero di figli che si hanno. Ogni volta è sempre una nuova e unica volta.

Una serie di tante, tantissime prime volte che ogni giorno i tuoi figli ti regalano: il primo sguardo, il primo sorriso, il primo pianto, la prima poppata. I primi gattonamenti, i primi dentini, le prime parole, i primi passi.

come lego colorati

Come un’immensa scatola di lego colorati, sono tanti istanti che si mettono insieme, creando un unico e irripetibile susseguirsi di momenti. La vita.

Sono inaspettate, ti sorprendono, magari proprio quando stai facendo altro.

Stavo cucinando con Mattia, quando Amalia per la prima volta mi ha chiamata mamma. Non la stavo guardando, le davo le spalle, pensate un pò. Forse lo ha detto per la disperazione di non essere guardata in quel momento.

Ero al telefono con un’amica, quando Mattia sorridendomi ha mosso i suoi primi passi senza tenersi.

sulle mie gambe, mmma

Ti sorprendono anche in una pigra domenica di novembre. Oggi, per esempio.

Tutti e quattro in sala a giocare per terra. Macchinine, trenini sparsi ovunque, la mente altrove, malinconica. Sul diario di bordo avevo già segnato il terzo dentino di Ami. Era abbastanza. Eppure questa domenica invece, la ricorderemo per un altro motivo. Magari non la data precisa, non l’ora, ma il momento. Perchè oggi Amalia, dieci mesi, è stata in piedi da sola, senza tenersi a me o a suo padre, o al tavolino, al divano. I primi due minuti in piedi sulle proprie gambe, poi lentamente si è seduta per terra e si è battuta le mani tutta soddisfatta.
Così piccola eppure così consapevole del grande traguardo che ha raggiunto.
Guardandola, come per tutte le altre prime volte, ho pensato: come si fa a tenere tutto l’amore che si prova in un solo cuore? A me ne servono almeno altri tre: uno per ciascuno dei miei figli, uno per Simone e uno per la mia famiglia. Una specie di ripartizione come si fa con gli hard disk, insomma.

Il cuore di una mamma é immenso, ora lo so.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto