E’ l’amore che una madre ci mette mentre nutre suo figlio, che NON fa la differenza tra “naturale e “artificiale”.

Da quando sono madre, nell’ incontro con altre madri, specialmente sui social, dove tutti siamo dei leoni da tastiera, ho imparato che certi argomenti vanno trattatati con cautela. Perché tirano fuori il peggio di noi, pur essendo argomenti dove noi, donne e mamme, abbiamo l’occasione di dare il meglio.

Allattamento, parto, vaccini, nanna, sono alcuni di essi.

Allattare al seno, allattare con il biberon.

Mi soffermo solo su questo oggi, altrimenti verrebbe fuori un post stile”enciclopedia treccani”.

Ho sempre pensato che le cose devono avvenire naturalmente, che una mamma contenta e serena, avrà un bambino contento e sereno, chi se ne frega se con la tetta in bocca o la tettarella di un biberon.

Perché è l’amore che una madre ci mette mentre nutre suo figlio, che NON fa la differenza tra “naturale e “artificiale. Questi, per fortuna, sono aggettivi che devono riguardare esclusivamente la sostanza, il latte, niente di più.

Le carezze fatte con la manina, gli sguardi persi uno nell’altro, l’abbraccio in cui ci si avvolge. Fondamentalmente, il gesto in sé, ossia l’allattare, è lo stesso atto di amore per tutte le madri.

Vi dimostro anche come renderlo tale, qualora non mi crediate.

Collane da allattamento, le avete mai usate? Le conoscete?

collane da allattamento e foto by FLO?Lab

In Italia si stanno diffondendo negli ultimi anni, ma in molti altri Paesi, soprattuto negli Stati Unti e nel Nord- Europa, il loro utilizzo avviene da molto più tempo.

Per la precisione, dovrei dire collane da allattamento e dentizione, perché possono essere utilizzate per entrambi i motivi.

Spesso fatte a mano, sono realizzate con anelli e perle di legno non trattati e colorati con vernici atossiche o rivestiti all’uncinetto con filati di puro cotone. La loro lunghezza, mediamente, è di circa 60 cm, ossia la giusta lunghezza per arrivare ad altezza seno.

A cosa servono?

Principalmente ad attirare l’attenzione del bimbo che potrà toccarle, giocarci, metterle in bocca: i loro colori, la forma delle perle e dei ciondoli in legno o silicone alimentare, tutto è fatto per coinvolgere il piccolino.  Mano mano che i neonati sviluppano i loro sensi e le loro capacità cognitive, infatti, diventano sempre più curiosi e desiderosi di conoscere il mondo che li circonda. Per questa ragione, allattarli senza distrazioni e interruzioni, diventa sempre più difficile.

Queste collane dunque, sono davvero importanti per evitare che le distrazioni del mondo esterno, interferiscano  troppo.

Aiuta inoltre la mamma, ad evitare i graffi, le tirate di capelli a cui è soggetta più volte durante la poppata.



Utilizzata anche molto nel babywearing, – bimbo in fascia e collana al collo -, è sicuramente un ottimo strumento per aiutare i nostri piccolini anche nel momento della dentizione, quando potranno morderla serenamente, perché i materiali con cui vengono create sono assolutamente atossici.

La mia esperienza

Ho scoperto queste meraviglie, con il mio primo figlio, ma oramai lui era già nella fase “altro che latte, voglio un piatto di pasta al sugo”, quindi non appena  sono rimasta incita di Amalia, non ho avuto dubbi: volevo la nostra collana da allattamento.

Il mio spirito “vintage” e romantico, di quello sullo stile “ci tramandiamo da nonna a madre a foglia la coperta cucita da ognuna di esse”, avrei voluto farmela da sola, ma per me attaccare un bottone, significa giusto rompere il ghiaccio con qualcuno, quindi: meglio lasciare perdere.

Ho però, avuto la fortuna di incontrare sul web Lilian, conosciuta come FLO’ Lab.

E’ mamma di una piccolina meravigliosa, ama il babywearing e le sue collane sono davvero molto belle, perché trasmettono proprio tutto questo. I materiali che usa sono di altissima qualità, cosa per me fondamentale, visto che come dicevo prima, spesso vengono messe in bocca. Legno, filati e tessuti rigorosamente made in Italy, conformi agli standard europei e quanto più possibile organici ed ecologici.

FLO’Lab ci ha donato idealmente, le sue manine d’oro e dopo aver ascoltato tutte le mie esigenze in termini di colore, forma dei ciondoli, materiali e quant’altro, ha creato una collana bellissima.

Amalia ed io la adoriamo, per lei è irresistibile, provare per credere.

La nostra collana è questa:

Collana by FLo’Lab

In essa, ogni singola balena, la corona e il cuore hanno un preciso significato. E’ proprio questo il bello di queste collane e della fortuna di trovare chi lavora bene, con passione e con pazienza nell’ascoltare tutte le esigenze della mamma che gliela commissiona.

Se vi va, date un’occhiata alle sue meravigliose creazioni, Flo’Lab ha una pagina facebook e da qualche giorno, ha inaugurato il suo negozio su etsy.

Ancora una cosa, però ed è questa:

Mamme, smettetela di sentirvi o farvi dire da persone sciocche che, se non allattate al seno non siete altro che madri di serie B. Regalatevi invece, una bellissima collana, fatevela fare come piace a voi, dei colori che preferite. Indossatela voi e perché no, datela anche ai papà, perché per amare incondizionatamente i propri figli, non serve altro che abbracciarli e coccolarli.

Che poi, lì si nutra con il seno o con il biberon poco conta, conta il modo in cui lo si fa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto