Io sono Wonder Woman

Se soffrissi di bipolarismo, in queste ultime 48h potrei dire di essere stata in piena fase maniacale. Forse lo sono ancora.

La dimostrazione? La prova schiacciante?

Beh, ho scelto come suoneria del mio Melino (al secolo IPhone), la sigla di Wonder Woman e non per un contatto particolare, ma proprio come suoneria di default. Ogni volta che suona, eccomi sono pronta, giro su me stessa e wow!

Non vi basta?

Eccone un’altra. Ho acquistato uno sfacciatissimo rossetto blu, ma soprattutto ho avuto il coraggio di andarci in giro e pure a prendere Mattia all’asilo!

Lui sfacciato, io no eh?

Altre prove?

Sono riuscita ad andare dal parrucchiere, a fare shopping incontrollato e nel mentre, mantenere il ritmo della casalinga e della mamma (Im)Perfetta.

A pensarci bene, in effetti, non è la suoneria che fa di me wonder woman, quanto l’aver pulito l’intera casa in circa un’ora. Parlo di pavimenti aspirati, lavati, di lavatrici finite e stese, di aver tolto le fodere dal divano e averle messe a lavare. Questo dalle 18 alle 19. Perché prima di quell’ora ho fatto quello che mi veniva voglia di fare. Con prole al seguito.

Wow wow wow woooooow!!!!

Attenzione peró, ci sono degli effetti collaterali, devo ammetterlo. Sono molesta sui social, su Instagram posto foto ogni tre per due.

Sono senza controllo.

Il bancomat è infuocato: praticamente scambio i negozi come degli enormi guardaroba.  Entro scelgo, mi vesto, esco, ma prima striscio (non io, ma il bancomat, sia chiaro!).

Dopo mi sento così carica e allora, che male c’è?

Il conto in rosso, per esempio?

I miei figli peró, hanno una mamma sorridente, contenta e un pó pazzerella.

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto