Posts in Tag

papà

Ho sempre odiato il momento in cui, dovendo per forza lasciare i bimbi a qualcuno (nonni, babysitter, il papà), mi veniva detto: “dai vai, presto esci ora che è distratto!”. No. Non funziona così. Ho capito che, vedendomi uscire, i miei figli possano scoppiare in un pianto che sembra impossibile da consolare, ma i bambini non vanno presi in giro e soprattutto, i bambini devono imparare a elaborare e a gestire i momenti di distacco. Scappare di soppiatto, non mi sembra il modo più adeguato per aiutarli in questo. È

Fino a che punto informarsi, leggere, studiare, aiuta? Perché per me, a volte, é vero il contrario. Per carattere sono una che si deve documentare. Devo conoscere le strade nuove prima di percorrerle con sicurezza. Devo fare un giro di giostra per capire come funziona. Quando si é mamma, per la prima volta o per la seconda volta, poco importa, di sicuro questo non é possibile. Siamo fatti di anima e corpo, non di plastica. Non si può fare un giro di prova per vedere come funziona. Volente o nolente

Non si capisce bene il perché, ma se oggi non si lavora almeno dodici ore al giorno, allora non hai il senso del dovere, per dirla in parole povere, sei un fancazzista. Passiamo piú ore nei luoghi di lavoro e con i colleghi, di quanto ne passiamo con i propri cari. Non me ne vogliano i colleghi. La cosa meravigliosa è che lo facciamo, per lo piú, per sbarcare il lunario. Per sopravvivere. Lavori che non ci appagano e che ci pagano poco. Il prezzo da pagare per noi, però,