Posts in Tag

mamma

La semplicità di un gesto, come quello di portare alla bocca un fusillo al sugo, con quelle manine paffute, piccoline e morbidose. Gustare il cibo, per imparare a gustare la vita. Gesti semplici, ma che se osservati con attenzione, commuovono, inteneriscono. Mangiare un fusillo, quante volte lo farà mia figlia nella sua vita? Tante e sarà una banalità, cosa vuoi che sia mangiare un fusillo al sugo, del resto? Non è così, le prime volte che proviamo a farlo. È una conquista immensa, che l’occhio adulto poi, banalizza. Così con

Quando si decide di diventare madri, si affronta uno dei compiti più difficili in assoluto. Un figlio è l’unico al mondo che ha potuto ascoltare il nostro cuore da dentro, l’unico che è stato per nove mesi circa, una cosa sola con noi, un legame profondo, viscerale, unico. Al di là dell’educare, una madre che prova un amore incondizionato e incommensurabile per il proprio figlio, sa che, una volta data alla luce quella che diventerà la ragione della sua vita,  passerà gli anni successivi a crescerlo per insegnarli ad aprire

Sono arrabbiata. Donne e madri che lavorano, lavoravano, lavoreranno, forse, chissà. Ho sentito di mobbing sul lavoro al rientro dalla maternità, ho visto e vedo madri fare salti triplo mortali per riuscire a gestire i figli, per andare al lavoro. Orari impossibili, sempre di corsa. Vedo madri che hanno rinunciato al proprio lavoro perché incompatibile con la gestione di una famiglia con bimbi. Vedo famiglie spendere chissà quanti euro per lasciare i figli al nido e altre non poterselo permettere, per cui si torna al punto di cui sopra. So

È tutto un equilibrio sopra la follia, dice una canzone famosissima. E dice il vero. Equilibrio: fosse facile mantenerlo. Come madri, incredibilmente difficile, ma questa volta vi dico soprattutto, come donna. Non è per niente semplice anche così. È la nostra specialità avere mille cose da fare, mille ruoli da ricoprire: madri, mogli, lavoratrici e via dicendo. Si dice che una donna sia multitasking. Ma a che prezzo? Quante energie impieghiamo? Equilibrio, dicevo. Mantenere l’equilibrio nonostante tutto. Allora devi essere madre amorevole, senza però, dimenticare di essere una moglie presente,

Amori miei Lo so poteva andarvi meglio, ma forse anche peggio. Una mamma come me. C’è da mettersi le mani nei capelli. Quali mamma, mi dirai tu Amalia? Lo so, potevo fare di meglio, quelli di papà sono decisamente più belli, folti, tanti. Invece tu hai i miei, ma consolati sapendo che avranno un colore stupendo (almeno questo concediamocelo) e comunque, come vedi, papà l’ho conquistato, quindi non dovrebbe essere un problema. Ricordatelo quando pettinandoti, maledirai i tuoi capelli sottili poco voluminosi e da lavare ogni giorno. In questo tuo

1 2 3 4 5 Page 2 of 5