Posts in Tag

estate

Okey. Direi che oramai vi è chiaro: le nostre vacanze sono finite. Da due giorni siamo in città e poco alla volta, ci stiamo riabituando ai suoi ritmi. Ammetto però, di riguardare con nostalgia tutte le foto (non vi dico quante!) che ho scattato durante queste tre settimane. Per questo quando Marina, il mio “boss” su Mamma Aiuta Mamma, nonché dolcissima mamma, mi ha invitata a partecipare a questo gioco, l’ho fatto molto volentieri. Ho chiuso gli occhi ( in realtà li ho riaperti dopo essermi addormentata con i MiniMe

  Fare le valigie, quelle del rientro. Con un sorriso sulle labbra, un film nella testa, il cuore sazio di amore e una lacrima che ti bagna il viso. L’iPhone che, casualmente, ti regala un sottofondo cantato da Billie Holiday. Holiday. Ironia della sorte Holiday in inglese significa Vacanze. Rimaniamo fermi qui. Fare le valigie non mi piace quando le devo preparare per andare, figuriamoci per tornare. Come sempre ho portato troppe cose, ma questa volta le ho usate quasi tutte. Non si tratta ancora di un rientro reale, ancora

Può essere stata una giornata di m, oppure no, ma quando alla sera viene il momento in cui chiudo la luce e dico:” ora si dorme”, ecco quello è il momento che “tutto fa passare”. Non si tratta del fatto che, di li a poco loro dormiranno e io avrò qualche minuto per me, beh un pochino si, se non crollo pure io. Al di là di questo, si tratta proprio di un momento magico, tutto nostro, dei miei bimbi e mio. Io lo definisco l’incastro perfetto. Immagino i miei

Tutti contenti, siamo in estate! Io no. Continuo a chiedermi cosa ci sia di così speciale in questa stagione, che porta con sè caldo infernale, sudate, zanzare, odori sgradevoli e insofferenza. Attenzione fan del “summer time”, non barate, non si parla della manciata di giorni di una vacanza, qui io relaziono la quotidianità alla stagione, non l’eccezione di alcuni giorni di stop. Vorrei capire cosa c’è di così fantastico in una stagione da giornate spettacolari, con un sole in un cielo azzurro che più azzurro non si può, che, però,

Si fa presto a dire: “andiamo in vacanza”, se con essa si intende andiamo in vacanza nellanostra casa in campagna, nella nostra casa al mare, nella nostra casa in montagna. Si sì vacanza, che termine dal suono soave, rilassante. Vacanza. Un concetto che, quando riguarda le suddette casistiche, va un attimo rivisitato. Facciamo che sarebbe meglio chiamarle “cambio d’aria”, o se vogliamo, anche “farsi il culo come al solito, ma in una location diversa”. In alcuni casi, anche “passare al livello avanzato del farsi il culo, ma con un paesaggio