Posts in Category

Mamma Col Rossetto

È tutto un equilibrio sopra la follia, dice una canzone famosa e, per una mamma, è forse, tutto un equilibrio sopra l’amore folle che prova per i sui figli. Equilibrio: che bella parola. Vorrei averne anche solo la metà del disequilibrio in cui vivo, invece, ogni giorno. Noi stesse – I nostri figli Ecco le due costanti. Ci si può chiedere: quanto di noi stesse dovremmo sacrificare per essere delle buone mamme? Ho sempre pensato che essere mamma è la priorità uno, ho sempre messo loro al primo posto. Senza

Essere diventata mamma è il dono più grande che potessi ricevere. Il mio punto 2.0 quello in cui ti chiedi, ma prima come ero messa? Quel prima, però, è ciò che ti ha portato a loro, è ciò che non va mai dimenticato. Quel “prima dei miei figli” resta anche “dopo i miei figli”. E sebbene si cambi con gli anni, qualcosa di quel prima esce sempre. I miei figli sono la mia vita, ma ci sono giorni in cui non riesco a metterli al centro, perché al centro voglio

Se vi capitasse di incrociarmi per strada e di osservarmi, notereste che indosso pochi gioielli. No, non è perché non mi piacciano. Anzi. È che amo indossare qualcosa che per me rappresenti davvero un momento, un evento, un’emozione importante della mia vita. Osservando i gioielli che indosso, quindi, capireste un bel pó di cose di me. La prima di tutte? Che sono impegnata. Indosso solo due anelli, uno all’anulare destro (regola dei miei a 14 anni) e l’altro all’anulare sinistro, indovinate un po’ di quale si tratta (si, c’entra Simone).

Amo le borse. Dai, Fede? Sul serio? Sì, lo so non potete crederci. Amo le borse e non mi bastano mai. Perché? L’ho chiesto a me stessa e ora, lo chiedo a voi. Cosa spinge noi donne, ad amare in modo particolare un accessorio, un capo, piuttosto che un altro? Perché a me piacciono da impazzire le borse e, a un’altra, le scarpe? A ben vedere, certo, non è che una delle due categorie escluda l’altra, però, se noi donne fossimo messe davanti a una scelta obbligata, ognuna farebbe la

Non so se capita anche a voi, ma quando sono confusa dentro, ho bisogno di fare ordine fuori e, con fuori, intendo in casa, negli armadi, nelle mie cose e ora, anche in quelle dei miei figli. Fare ordine, o crearne di nuovi L’ho sempre fatto, fin da piccolina: spostavo mobili in camera mia, con la stessa velocità con cui ci si toglie e rimette una maglia. Lo faccio ancora adesso, con la disperazione di Simone, che invece, ama vedere sempre tutto nello stesso posto. Se dovessi trovare una definizione,

1 2 3 4 5 Page 2 of 5