Posts in Category

Mamma 2.0

Benvenuti nella mia vita! Se state leggendo questo post, è perché volenti o nolenti, siete finiti sul mio blog. Sappiate che ci troverete di tutto, pensieri e parole sparse della mia vita di mamma e di donna. Dico sempre che la vita è questione di punti di vista, per cui vi capiterà di leggere magari della stessa cosa, ma vista e rivista in momenti diversi. Vi capiterà di leggere delle mie crisi da mamma esaurita, come dei miei deliri esaltati da shopping irresistibile e compulsivo, ma anche di quanto la

Che la mia vita non è solo per i miei figli L’ho detto, ora l’ho anche scritto. E si sa, verba volant, scripta manent. L’ho sentito con le mie stesse orecchie, era la mia voce che, stasera, pronunciava quelle parole: la mia vita, adesso, non è solo per i miei figli. Ecco la mia grande novità: la mia evoluzione o involuzione. Mi sono uscite, parlando, quasi confessandomi, con il mio compagno. Gli ho proprio chiesto:” Simo sono una mamma così orribile che ultimamente la mia vita non è solo per

Me ne sono resa conto circa un mese fa, semplicemente organizzando la prima festa di compleanno di mio figlio (di cui vi racconterò presto): pensa alla torta, agli addobbi, ai gadget da regalare. Le pizzette, la focaccia, chi più ne ha più ne metta. Organizzare una festa, un evento in generale,  richiede tanto impegno e coordinazione. Ci vuole soprattutto, tempo. Il tempo per  trovare i professionisti giusti, – la qualità è essenziale, soprattutto se di mezzo ci sono dei bimbi -, cercando di restare in un budget prefissato (il mio

Lo so, non è la prima volta che ve ne parlo. Penserete, ma allora è fissata? Si, esatto, ma c’è un motivo: quando trovo un prodotto di qualità, nutriente, sano e pratico, che mi da più soluzioni in un’unico colpo, ne divento una grande consumatrice. Non solo io, in questo caso, ma soprattutto i miei bimbi. Mi riferisco alla merenda per i miei bimbi, ma anche allo spuntino di mezza mattina per me, quando sono al lavoro: L’ABC della Merenda Parmareggio! Non solo una buonissima merenda, ma anche un ottimo modo di

Il mio ragazzino, ha compiuto cinque anni in questi giorni. È di gennaio, quindi, come tutti i genitori di bambini nati all’inizio dell’anno, mi ritrovo ora, in quel punto in cui, bisogna decidere se mandarlo a scuola a settembre di quest’anno, oppure attendere ancora un anno. Anticipatario sì o no? Mi sono trovata a questo punto, che nemmeno me ne sono resa conta. Ci sono arrivata con la convinzione, maturata in tempi ancora non sospetti, che non avrei tolto un anno di gioco a mio figlio, che quindi, lo avrei

1 2 3 29 Page 1 of 29