L’importanza di mantenere una promessa. Soprattutto se fatta ai nostri figli, soprattutto se fatta a dei bimbi. Io due settimane fa, mentre ci trovavamo in campagna, ho promesso a un bimbo di cinque anni che quel giorno festeggiava il compleanno, che quando fossi ritornata, gli avrei portato un regalo. Sono passate due settimane, ieri siamo risaliti in campagna. Ovviamente con me una macchinina per lui. Cosa vuoi che si ricordi! Mi è stato detto. Sbagliato! Si ricordava eccome. Appena l’ho visto, l’ho preso per mano e l’ho portato dalla mia

Stasera è quella sera. Quella in cui tutti dormono e io finalmente, mi siedo al tavolo della cucina e mi metto a navigare in rete. Cerco l’ennesima cover per il mio telefono, un’occhiata ai social, vado alla ricerca di un’idea per il futuro. Un banalissimo momento per me, così raro e prezioso. Ho scelto anche una colonna sonora. Ascolto 2 Pac, come quando avevo vent’anni. Non sono una ballerina provetta, ma amo da sempre la musica e sculettare sulle sue note. Grazie a mia mamma, ascolto di tutto, a seconda

È quasi ora di pranzo e ti ritrovi a casa, sul divano, dopo aver trascorso una bella mattinata con un’amica e la tua piccola cozzetta al seguito. Ti lasci andare contenta tra i cuscini, ma poi qualcosa succede. Ansia. Si, una brutta signora di nome Ansia (non Asia, ANSIA), si siede lì con te. Chi l’ha invitata, pensi. Tu di certo no. Lei se ne frega dell’invito. Lei arriva quando vuole, o meglio ancora, quando noi lasciamo la porta aperta. Senza rendemene troppo conto, in questi ultimi mesi poco alla

Allora questa volta, un post sfacciato, anzi no perché la faccia ce la metto eccome! Sto pure sorridendo!   La storia è questa: io vorrei il terzo figlio. Simone no. Quindi è lui che va comprare, (chiamiamoli con il loro nome che qui peli sulla lingua non ne abbiamo) i preservativi? No! Manda me, lui aspetta fuori. Ogni volta poi, capita che l’espositore non sia sempre in bella vista, certo, magari per esigenze di spazio, li tengono imboscati e quindi, devo pure chiederli. Quando in effetti, preferirei prenderli da sola

In questi giorni ho pensato molto. Si, anche i miei due neuroni ogni tanto lavorano. Ho pensato all’allattamento dopo i sei mesi, ho pensato alle esigenze dei nostri compagni o mariti, ho pensato a quello che sto “combinando” con i miei figli. In una sola parola, anzi quattro: mi sono messa in discussione. Non so voi, ma per me le mezze misure non esistono, dunque, quando discuto con me stessa, discuto pesante e su tutti i fronti. Visto che però, il mio post non può essere infinito e nemmeno diventare una

1 2 3 4 5 24 Page 3 of 24

Search stories by typing keyword and hit enter to begin searching.